Home

Questo blog è dedicato al libro di Maria Paola Zanoboni, Salariati nel Medioevo (Secoli XIII-XV), uscito nel 2009 presso la Casa editrice Nuovecarte di Ferrara nell’ambito della Collana L’Altra Storia / Medioevo.

E’ un dato ormai acquisito dagli storici il fatto che il lavoro salariato, ritenuto una delle maggiori novità nei rapporti di produzione del XII/XIII secolo, fosse diffuso, almeno a partire dal Duecento, ad ogni livello, in qualsiasi tipo di manifattura, e alle latitudini più diverse, circondato spesso dal disprezzo, talvolta dalla compassione dei contemporanei per un mondo percepito come miserabile e subalterno.

Costruzione del Tempio di Salomone (miniatura, Francia, XV secolo)Tra la fine del Duecento e i primi decenni del Trecento, permeando sempre nuovi settori economici, fino ad investire l’ambito stesso della formazione professionale, il lavoro salariato era ormai saldamente insediato non solo nei grandi complessi produttivi, come i cantieri o le aziende laniere, ma anche all’interno degli ambienti più modesti, quali le botteghe artigiane, con forme e modalità che frequentemente sfuggivano alle maglie dell’organizzazione corporativa, configurandosi spesso con le connotazione tipiche del lavoro nero.

Un saggio che offre un quadro ampio e dettagliato della questione, uno sguardo sulla storiografia e la bibliografia sul tema ponendosi come punto di partenza anche metodologica per ulteriori approfondimenti.
Il volume è arricchito da una intervista introduttiva di Maria Serena Mazzi a Franco Franceschi.

Salariati nel MedioevoMaria Paola Zanoboni
Salariati nel Medioevo (secoli XIII-XV)
«Guadagnando bene e lealmente il proprio compenso fino al calar del sole»

Editore: Nuovecarte
Collana: L’Altra Storia / Medioevo / Manuali 2
Formato: cm 13 x 24 – Pagine: 122
ISBN 978-88-87527-37-7
euro 15,00


Acquista ora