L’Autrice

Maria Paola Zanoboni

Dottore di ricerca in Storia medievale e cultore della materia presso l’Università degli Studi di Milano, si occupa di storia del lavoro, con particolare riferimento all’organizzazione produttiva nella Milano del XV secolo. La manifattura tessile (serica soprattutto), la lavorazione del cuoio, la metallurgia, la produzione della carta, l’arte vetraria e quella del ricamo rappresentano gli ambiti precipui da lei indagati, sia dal punto di vista dell’evoluzione e della circolazione delle tecnologie, sia da quello dei risvolti e delle ripercussioni a livello sociale sui protagonisti della produzione. Numerosi studi sono dedicati al lavoro femminile. Alcuni suoi saggi hanno riscosso un notevole interesse da parte degli storici dell’arte. I documenti notarili costituiscono la fonte principale delle sue ricerche.
Ha già pubblicato i volumi: Artigiani, imprenditori, mercanti. Organizzazione del lavoro e conflitti sociali nella Milano sforzesca (1450/1476), Firenze, La Nuova Italia, 1996; Produzioni, commerci, lavoro femminile nella Milano del XV secolo, Milano, CUEM, 1997; Rinascimento Sforzesco. Innovazioni tecniche, arte e società nella Milano del secondo Quattrocento, Milano, CUEM, 2005; oltre a numerosi saggi sulle manifatture milanesi quattrocentesche, apparsi prevalentemente in “Nuova Rivista Storica”, “Archivio Storico Lombardo”, “Archivio Storico Italiano”, “Storia Economica”, “Artes”. Recentemente ha curato l’introduzione al volume Alberi Genealogici delle Case Nobili di Milano, Milano, Edizioni Orsini De Marzo, 2008. Ha infine curato l’apparato documentario del volume di C. Geddo, Giovan Pietro Rizzoli detto “il Gianpietrino”, di prossima pubblicazione.